LE PERLE SALVINI

La perfezione dell’unicità.

La perla evoca immagini e suggestioni di rara bellezza e perfezione, in un mondo che parla di purezza ed eleganza. Per millenni ha esercitato il suo fascino, alimentando miti e leggende.

Come nasce una perla

La nascita di una perla è un evento naturale prezioso e raro, ed è la difesa di un mollusco perlifero quando un corpo estraneo si introduce al suo interno. Per proteggersi ricopre l’intruso di sottilissimi strati di madreperla, fino a farlo diventare una preziosa parte di sé: la perla.
Anche le perle coltivate si basano sullo stesso principio. In questo caso il corpo estraneo viene introdotto dalla mano esperta dell’uomo. Poi il mollusco viene restituito al mare, lasciando che la natura compia il miracolo.
Solo le perle coltivate più preziose e qualitativamente impeccabili vengono poi messe in commercio nel settore della gioielleria.

provenienza delle perle Salvini

Perle australiane, giapponesi e di Tahiti: sono le denominazioni utilizzate per identificare le tre varietà di perle che Salvini seleziona accuratamente per i suoi gioielli. Le perle australiane possono superare anche 20 mm di diametro e nascono lungo le coste australiane, nell’arcipelago indonesiano e in Birmania. I colori variano dal crema, al grigio argento, al bianco rosato. Le perle giapponesi sono invece le più conosciute e fra le più belle al mondo, per la loro luminosa iridescenza naturale. Le dimensioni variano fra i 2 e i 10 mm e la colorazione può essere grigia, rosa, crema, dorata o verde. Le perle di Tahiti nascono negli arcipelaghi polinesiani e sono ricercate per la loro particolare colorazione che va dal grigio chiaro al nero più intenso, con sfumature dai toni verdi, blu o bruni, con diametro tra i 9 e i 18 mm.

Parametri di valutazione delle perle

Per attestare il pregio e il valore delle perle si osserva la combinazione di diversi parametri: origine e provenienza, dimensione, colore e lucentezza, forma e aspetto della superficie.
Sul mercato esistono numerose “perle false” fabbricate artificialmente e interamente dall’uomo, che sono facilmente riconoscibili a occhio nudo perché presentano una superficie perfetta, stessa tonalità di luce su ogni perla e la freddezza di un prodotto di serie. Da tempo Salvini conduce un’opera di divulgazione della conoscenza delle perle. La firma di una grande azienda, come nel caso delle perle Salvini, conferisce autorevolezza e sicurezza nell’acquisto di gioielli con perle di grande qualità.

Come conservare le perle

Le perle sono costituite da un materiale di origine organica che ha un grado di porosità elevato, per questo mantenerle belle e luminose richiede alcune semplici attenzioni. È bene conservare le perle nel proprio astuccio, separate dagli altri gioielli ed evitare il diretto contatto con cosmetici, profumi o lacche che potrebbero danneggiarne la superficie. I fili di perle vanno puliti con un panno morbido ed è consigliabile far sostituire il filo una volta all’anno.